Author: admin

Set15

Si sta avvicinando una parentesi turistica molto prolifica a Bardi… quella legata alla notte di Halloween! Dopo il fervore della stagione estiva, ormai salutata dopo le prime piogge settembrine, siamo pronti a spalancare le porte del B&B, grazie alla collaborazione con il Castello di Bardi e alcune realtà del territorio!

La nostra struttura è tra quelle convenzionate per i due pacchetti turistici “speciale trekking” e “speciale gourmet” che potrete prenotare dal 27 al 29 ottobre e dal 30 ottobre al 1 novembre 2017.

 

Quest’anno la trama della notte di Halloween è la seguente:

E’ calata la notte in Valceno. Il castello che domina lo sperone di diaspro rosso dorme profondamente, ma non tutti i suoi abitanti giacciono nei propri letti. Ombre antiche e misteriose si aggirano, celati dalle tenebre, tra principeschi cortili, eleganti saloni e camminamenti di ronda della fortezza. Agghiaccianti vampiri sorseggiano nell’oscurità caldo sangue dai loro calici, malefiche streghe preparano filtri magici e pozioni; infidi licantropi si aggirano in cerca di succulenti prede; lupi mannari e presenze spettrali infestano le stanze principesche che furono della nobile famiglia Landi. Una nottata carica di adrenalina e di forti emozioni, in cui i partecipanti, accompagnati da guide in costume, saranno introdotti in diversi scenari e invitati a trovare la modalità per affrontare e sconfiggere le diverse presenze diaboliche. Ciascun gruppo vivrà a un’avventura ai limiti del razionale, esplorando oscure segrete, antri nascosti e stanze ormai dimenticate, alla ricerca del signore-vampiro che si nasconde nel Castello di Bardi da millenni alla vista dell’uomo.
Al termine dolci e bevande per tutti all’interno della taverna dei soldati.

  • SPECIALE TREKKING – 179 euro
  • SPECIALE GOURMET – 185 euro

Info & prenotazioni: info@travel-lab.it

>>> Scaricate i programmi dettagliati dei tour 3 giorni /2 notti

                         
 

 

Ago29

Il nostro bed and breakfast dista una quindicina di minuti di auto dal Castello di Bardi!

Vi consigliamo quindi una visita, anche perchè nel periodo autunnale la suggestione del foliage colorato rende ancora più affascinanete la Valceno! Il mese di Settembre si aprirà venerdì 1 con un’apertura a orario continuato (10-19) ancora estiva!

Sabato 02 settembre si terrà la prima visita guidata in notturna, durante la quale si potrà godere appieno della suggestione degli ambienti del castello. Un nuovo appuntamento per conoscere la storia e i segreti del maniero di casa Landi in un’atmosfera unica e indimenticabile, a lume di lanterne e candele (adulti euro 10.00; bambini euro 8.00 – Prenotazione obbligatoria info@castellodibardi.info; 0525/733021 – 380/1088315 – E’ consigliato l’utilizzo di una torcia).

Sabato 16 settembre, si ripropone l’apertura straordinaria by night di visita guidata al castello, corredata da suggestioni musicali. Tra parole e melodie, grandi e piccini si caleranno negli ambienti più bui del castello e sosteranno negli ampi spazi all’aperto quali la piazza d’armi e il cortile dei principi. (adulti euro 10.00; bambini euro 8.00 – Prenotazione obbligatoria info@castellodibardi.info; 0525/733021 – 380/1088315 – E’ consigliato l’utilizzo di una torcia).

Sabato 23 settembre, si accoglierà la stagione autunnale con una bella camminata serale, effettuata da Giacomo Cella, guida ambientale escursionistica del gruppo Trekking Taro e Ceno. Partendo dall’oratorio della Madonna delle Grazie a Bardi (ore 18.00), si percorrerà l’antica strada che conduce ai piedi dello sperone roccioso su cui si erge possente il castello. Grazie a un facile percorso ad anello attorno alla rupe, si ammirerà il maniero da 360° (Info e prenotazioni: http://www.trekkingtaroceno.it/notte-al-castello-bardi-3/). Dopo il tempo libero per la cena, la serata proseguirà all’interno della fortezza per una visita guidata con gli esperti del Paranormale. Alcuni membri dell’associazione HHMT Hidden Hunters Mystery Team interverranno con videocamere a infrarosso e a visione notturna, piuttosto che macchine reflex HD per catturare ciò che l’occhio umano da solo non può. Lo sfruttamento di frequenze d’onda e di spettri luminosi diversi da ciò che normalmente sono fruibili dall’uomo sarà il punto di partenza per una ricerca sull’aldilà. (adulti euro 12.00; bambini euro 8.00 – Prenotazione obbligatoria info@castellodibardi.info; 0525/733021 – 380/1088315 – E’ consigliato l’utilizzo di una torcia).

Infine, il mese si concluderà sabato 30 settembre con un’altra apertura serale e una visita guidata parzialmente “attiva”, in cui si inviteranno i partecipanti a individuare con torce e lanterne le numerose iscrizioni presenti sui muri della fortezza. L’utilizzo di luce radente permetterà di individuare date, nomi di postazioni di artiglierie, preghiere e invocazioni di prigionieri, dedicazioni a principi. (adulti euro 10.00; bambini euro 8.00 – Prenotazione obbligatoria info@castellodibardi.info; 0525/733021 – 380/1088315 – E’ consigliato l’utilizzo di una torcia).

Di seguito vi indico gli orari di apertura: feriali dalle ore 14 alle ore 19 – sabato e festivi dalle ore 10 alle ore 19

 

Lug31

Il nome della località in cui si trova il nostro bed and breakfast è abbastanza particolare…

Vi riportiamo un interessanto testo di Giuseppe Conti, storico locale, apparsa recentemente sulla pagina Facebook “ValcenoCastelli”.

IL CASTELLO DI GREZZO O PIETRACERVARA O PANCERVERIA (Bardi)

Di questa località si ha notizia in un documento del 5 ottobre 1022 e di altri succesivi; ma notizie sicure sul castello si hanno solo nel 1335. Infatti esso risulta essere fra quei fortilizi posseduti dai Granelli-Lusardi rimasti fedeli ai Visconti nella lotta contro la Chiesa. In seguito passò sotto il dominio dei Landi. All’inizio del secolo XX Granello di Casaleto affermava di scorgere ancora le enormi fondamenta.
Testimonianze indirette della rocca di Pietracervara sono fornite dalle biografie della Devota Margherita Carlotti degli Antoniazzi. Dopo un lungo ed estenuante colloquio che Margherita sostenne con il principe Agostino Landi, signore durante il XVI secolo di queste terre, questi, sia per la grande stima che per lei nutriva, sia per i fatti prodigiosi che correvano sul suo conto, le elargì grano e denaro. Inoltre, non limitandosi a questo, le fece dono del portale tolto dalle macerie della rocca di Pietracervara, da poco abbattuta, perchè lo utilizzasse per l’erigenda chiesa.